Nova in Vigneto – Una giornata per Scoprire il VIGNETO SMART

Viticoltura di precisione, irroratrici a recupero prodotto e a basso volume, tecnologie innovative per la gestione della chioma e del sottofila. Tutte le innovazioni in movimento a Nova agricoltura in vigneto

Safari a caccia d’innovazione tra i filari del Polo Tecnologico di Tebano (Ra). Dove la prima edizione di “NOVA agricoltura in vigneto”, organizzata dalle redazioni di VIGNEVINI e VQ Vite, Vino & Qualità assieme alla società di servizi All Vineyard, ha registrato il tutto esaurito con oltre 500 visitatori che hanno partecipato alle prove in assetto dinamico delle più di 40 tecnologie portate in mostra.

Come la macchina per il diserbo a vapore presentata in anteprima dalla ditta MM-Montanini (al time code 00.4 del filmato). Supra (00.8) è il nebulizzatore a polverizzazione pneumatica per i trattamenti a basso volume di Ideal Italia che ha portato a Tebano anche l’irroratore a recupero prodotto Drop Save (00.10). Whirlwind M-612 “Duo Wing jet” di Martignani (00.14) abbina a questa tecnologia anche l’azione dell’attrazione elettrostatica. Giuly 2010 è l’atomizzatore a tunnel proposto da EuroPiave (00.20). Il quadricottero in azione al timecode 00.24 è il drone che ha consentito a Ibimet-Cnr di Firenze di individuare nuovi utilizzi del remote sensing in vigneto. Per i trattamenti nei vigneti a Gdc Vulcano ha presentato a Tebano Turbo Duo, atomizzatore a basso volume scavallante multifila (00.34). Marte Bipower (00.42) è il portatrezzi per la coltivazione interceppo con rientro automatico presentata da Spedo. Falciare l’interfila e pacciamare contemporaneamente il sottofila: è ciò che consente il pacciandanatore di Nobili (00.48) mulcher dotato di Sds (Side delivery system). Copre il gap dell’ultima operazione di gestione della chioma rimasta finora solo manuale la pettinatrice meccanica da Gdc (00.56) presentata sempre da Vulcano. Concentrate in una precisa area del vigneto sperimentale di Tebano le innovazioni relative alla viticoltura di precisione (01.04). L’atomizzatore pneumatico con testata ripiegabile idraulica (01.08) è l’innovazione presentata da Cima che consente di attribuire leggerezza e maneggevolezza ad una testata scavallante.

Il motoquad guidato da Jacopo Cricco di Ager (01.14) è dotato di sensori per il servizio Ars di proximal sensing in favore delle irrorazioni e concimazioni a rateo variabile. La cimatrice serie elite (01.18) di Ero si distingue per la totale regolazione degli angoli di taglio. Trimmer di Tanesini Technologies (01.21) è stata presentata a Tebano in configurazione a “L”. La EB490P di Binger (01.23) è la prima macchina defogliatrice a rulli idraulici contrapposti. Ventis è l’atomizzatore pneumatico (01.33) con girante centrifuga di Nobili ideale per i trattamenti a basso volume. Il drone allestito da Arvatec (01.50) è equipaggiato con sensori a infrarosso OptRx per la creazione di mappe di vigore. Gli stessi sensori possono attrezzare l’atomizzatore a rateo variabile di Cima, capace di regolare le irrorazioni in base allo spessore della parete da trattare.

Pubblica un commento