Nova in campo 2016, le macchine di Faresin

Ecco una breve descrizione delle macchine provate durante l’evento in campo del 21/07/2016 all’azienda agricola “Il raccolto” di Bentivoglio (Bo)

FaresinLeader Ecomode 2200
A Bentivoglio Faresin ha fatto vedere in azione il carro miscelatore semovente a 2 coclee verticali Leader Double Ecomode 2200, da 22 mc di capacità, 7.700 kg di portata massima, motore Iveco Stage IIIB da 210 cv di potenza, 5 m di altezza massima del desilatore e raggio di sterzata di 4,57 m. Il cassone e il controtelaio sono in acciaio S355, con 2 coclee anch’esse in acciaio S355 con coltelli trincianti. Il sistema di pesatura è elettronico, con 4 celle di carico, così come a comando elettronico sono i controcoltelli idraulici (ma è disponibile anche il controllo manuale). Due sono le velocità proporzionali di miscelazione (0-20 o 0-40 giri/min, il tempo di miscelazione è programmabile), mentre tre sono le modalità di avanzamento: soft 0-8 km/h, work 0-20 km/h e automotive 0-40 km/h.
Il desilatore anteriore, largo 2 metri, con protezione idraulica e tramoggia manuale su canale da 800 mm e rullo da 600/700 mm di diametro, ha una potenza di 150 cv. Lo scarico anteriore sul lato sinistro avviene senza tappeto. La cabina è nuova, omologata, con fari a led e display con visualizzazione parametri motore. La trasmissione è idrosta tica a controllo automatico con due motori idrostatici e le sospensioni idropneumatiche regolabili sono disponibili sia per l’assale anteriore sia posteriore. Completano il quadro l’impianto idraulico con una portata di 81 l/min a 170 bar, le quattro ruote motrici e i 3 sistemi di sterzatura.

www.novagricoltura.comPolispecNir, il Nir portatile
Nella produzione sia di latte che di carne è fondamentale alimentare gli animali con razioni che abbiano le migliori caratteristiche nutrizionali e di omogeneità. Faresin presenta lo spettrofotometro poliSPECNIR per analizzare la razione con indagini chimico-fisiche e nutrizionali direttamente sul campo e in tempo reale. Queste analisi garantiscono omogeneità e alta qualità della razione, incrementando la produzione e la qualità del latte, nonché la salubrità degli animali.
Questo strumento permette di intervenire in tempo reale sui processi produttivi per creare un alimento ottimizzato e omogeneo grazie alla valutazione costante di umidità, proteina grezza, lipidi, fibra, sostanza secca, ceneri e molte altre caratteristiche dell’alimento che si sta producendo, seguendo step by step le varie fasi (raccolta, carico, preparazione e distribuzione). I dati elaborati dal PolispecNir si rifanno agli standard della Penn State University, riferiscono da Faresin, ma con modelli ancora più scrupolosi e con la sicurezza e stabilità delle curve ottenute in 10 anni di sperimentazione in collaborazione con l’Università di Padova. PoliSPECNIR può essere installato sulle macchine agricole come il carro miscelatore o utilizzato manualmente, supportando efficacemente i tecnici e gli operatori delle aziende nel loro lavoro quotidiano grazie alla sua semplicità di utilizzo.


www.novagricoltura.comSollevatore telescopico 9.55 Vpse Top

La nuova gamma Heavy Duty di Faresin, pensata appositamente per l’utilizzo in campo agricolo (in particolare nel settore biogas), è composta da due modelli da 9 metri con capacità massime di 5,5 e 7 tonnellate, e un modello da 10 metri con capacità massima da 6,5 tonnellate. Il modello presente a Bentivoglio era il 9.55 con allestimento VPSe Top, equipaggiato con motore Deutz a iniezione common rail da 122 cv stage IIIB con filtro Doc che non richiede rigenerazione.
La cabina adottata già a partire dall’anno scorso sulla gamma compact e media, è adesso disponibile anche su questa nuova gamma, dove si trova il joystick proporzionale elettroidraulico multifunzione con inversore integrato e schermo a colori per la visualizzazione di tutti i principali parametri di funzionamento della macchina. L’impianto idraulico ha una portata di 152 l/min con pompa a cilindrata variabile a comando load sensing ed è arricchito da una valvola rigenerativa che permette di avere il sollevamento del braccio alla massima velocità con i minimi giri del motore per un risparmio di carburante.
Per quanto riguarda la trasmissione, la versione VPSe Top ne monta una idrostatica a variazione continua con due motori idrostatici per l’avanzamento e 4 modalità di guida che permettono di sfruttare le grandi capacità di trazione di questa trasmissione. Di serie per tutta la gamma il livellamento laterale, in modo da operare anche in condizioni di terreno sfavorevole, e i fari a led.

Pubblica un commento