Gestire la chioma e far fronte a un clima che cambia

Cambia la pratica della gestione della chioma del vigneto. Le cimature diventano infatti sempre più anticipate, meno incisive ma più frequenti nel corso della stagione, diventando una soluzione sempre più diffusa ed interessante per la regolazione del rapporto vegeto-produttivo del vigneto. Allo stesso tempo, grazie all’introduzione di macchine defogliatrici sempre più precise e performanti, la sfogliatura assume un significato sempre più diffuso e innovativo nella gestione del microclima del vigneto.

 

L’epoca di intervento

In questa chiave si amplia il periodo in cui può diventare utile l’intervento di defogliatura (si veda anche

); in pratica a seconda dell’obiettivo da raggiungere si può defogliare da piena fioritura fino alla pre-vendemmia, grazie anche alla precisione garantita da macchine sempre più performanti, oggi anche a rateo variabile. Scelte che sono anche legate alla  forma d’allevamento. La forte diffusione del cordone libero per esempio, che per l’assenza di pali e fili al di sopra del cordone permanente rende possibile interventi anche molto precoci, ha reso evidenti i vantaggi delle cimature anticipate rispetto al passato e che vengono ormai comunemente effettuate prima della fioritura.

Leggi l’articolo completo di Claudio Corradi su Terra e Vita 25/2016 L’Edicola di Terra e Vita

Pubblica un commento