Pero

Liste varietali

Appare possibile un reale ampliamento e diversificazione dell’offerta di nuove varietà


V. Ancarani et al., Terra e Vita
pero

Introduzione

La pericoltura italiana, principalmente concentrata in Emilia-Romagna, presenta un panorama varietale sempre più dominato dalla cultivar Abate Fétel, con oltre il 40% del prodotto nazionale, seguita a distanza da William, Conference, Kaiser, Coscia e Decana del Comizio. Le uniche novità in grado di inserirsi in questo standard appaiono Carmen (precoce) e Angelys (tardiva). Nell’ambito del Progetto Mipaf + Regioni “Liste di orientamento varietale dei fruttiferi”, attivo dal 1994, sono state valutate più di 70 varietà, la maggior parte delle quali (44) sono state giudicate negativamente e quindi eliminate dai campi sperimentali.

La lista

L’unico cambiamento della Lista 2013 riguarda l’esclusione della varietà Precoce di Fiorano, precedentemente giudicata positiva per il centro-sud e le isole. La nuova Lista quindi comprende complessivamente 17 varietà: 12 varietà interessano gli ambienti settentrionali (in ordine di raccolta: Bohéme*, Carmen*, Santa Maria, William, Aida*, Max Red Bartlett, Conference, Abate Fetèl, Decana del Comizio, Kaiser, Angélys* e Passa Crassana) e 14 il Centro-Sud e Isole (Etrusca, Turandot*, Bohème*, Tosca, Carmen*, Coscia, Spadona, Santa Maria, William, Aida*, Conference, Abate Fetèl, Decana del Comizio e Angelys*). Solo 9 varietà sono state giudicate positive, e quindi adatte alla coltivazione sia al Nord che al Sud. Gran parte di queste varietà è sempre stata indicata nella Lista fin dalla sua prima pubblicazione a conferma del difficile e lento ricambio varietale che caratterizza questa specie. Solo nel 2001, infatti, sono state inserite in Lista le varietà italiane Aida*, Bohéme*, Carmen* e Turandot* e nel 2005 la varietà francese Angelys*.

Le varietà in corso di valutazione

Sono ancora in corso le valutazioni sul comportamento di 5 varietà e 1 selezione in avanzata fase di studio, per cui non si è ancora espresso un giudizio definitivo. Vengono riportate di seguito le prime indicazioni del Gruppo di Lavoro emerse dai dati rilevati nei campi sperimentali con esclusione di Regal Red®Comice in quanto non ancora in fruttificazione.

Raccolta precoce

Hermann® (-42): al secondo anno di valutazione; a raccolta molto precoce. I frutti, con epidermide di colore verde chiaro – giallo e sovraccolore rosso sulla maggior parte della superficie, hanno una shelf-life molto breve e sono soggetti ad una rapida sovrammaturazione. Ha una notevole precocità unita ad un prodotto di qualità accettabile. Appare più adatta forse alla coltivazione in ambienti meridionali. SEL. DCA 90050103-44 (-9): selezione individuata a Bologna, al quarto anno di valutazione con proposta di denominazione varietale PE1 Unibo*. L’habitus dell’albero è simile ad Abate Fetèl, produce costantemente, prevalentemente sul legno di due anni e brindilli, e presenta una rapida entrata in produzione; i frutti sono di media pezzatura, di forma piriforme allungata; l’epidermide è verde, leggermente rugginosa nella parte calicina; la polpa è dolce e a completa maturazione diventa fondente e succosa; il sapore è buono.

Raccolta intermedia:

Dicolor (+7): al secondo anno di valutazione. L’entrata in produzione degli alberi è risultata decisamente precoce. I frutti di forma turbinato-appiattita, hanno un aspetto attraente e pezzatura media; il sovraccolore rosso intenso occupa il 70% della superficie; la polpa è croccante-succosa, leggermente fine; il sapore è mediocre.
Xenia (+21): al secondo anno di valutazione. I frutti sono di aspetto poco attraente, cidoniformi e di pezzatura grossa; il sovraccolore è rosso spento e sfumato su circa il 30-40% della superficie; la polpa è fondente-succosa, leggermente fine; il sapore è mediocre.
Sweet Sensation® (+24): al terzo anno di valutazione. L’albero presenta una vigoria piuttosto ridotta ed incompatibilità d’innesto col cotogno. I frutti, di media pezzatura, sono di aspetto discreto; il sovraccolore è rosso scuro striato su quasi la totalità della superficie con rugginosità su circa il 30% negli ambienti poco vocati; la polpa è fondente-succosa, leggermente fine; il sapore è buono. Il periodo di raccolta è contemporaneo a Decana del Comizio della quale ricorda la forma ed il buon sapore. Selena®Elliot* (+30): al sesto anno di valutazione. I frutti, bronzato-rugginosi, sono di forma piriforme e di pezzatura media, con sovraccolore rosso sfumato su circa il 15% della superficie; la polpa è fine, fondente e succosa, molto dolce; il sapore è buono.

Le varietà valutate negativamente

Dopo diversi anni di valutazioni il Gruppo di lavoro ha definitivamente eliminato tre varietà e una delle due selezioni in avanzata fase di studio per i seguenti aspetti negativi:
Precoce di Fiorano (-40): cultivar precoce esclusa a causa della forte suscettibilità a cascola in pre-raccolta, pezzatura medio-piccola e limitata conservabilità dei frutti.
SEL. DCA 92050110-69 (+13): i frutti, di pezzatura medio-grossa, hanno forma eterogenea e rugginosità sul circa il 15% della superficie, polpa fine, fondente e succosa, sapore medio, leggermente acidulo; risultano nel complesso inferiori a quelli di Conference e William Rossa di pari epoca di raccolta.
Vicuna (+13): albero ad habitus compatto; i frutti sono di aspetto simile a Conference, molto appuntiti nella zona peduncolare e di medio-grossa pezzatura; il sovraccolore è rosso chiaro esteso su circa il 30% della superficie; la polpa è abbastanza fine, fondente e succosa, il sapore è dolce ma nel complesso è stata giudicata inferiore a Conference, di pari epoca. Uta®* (+50): i frutti, completamente bronzati, sono di forma turbinata e di media pezzatura, sono caratterizzati da un elevato contenuto in acidi e zuccheri, il sapore è prevalentemente acidulo e astringente se non consumato a piena maturazione. La varietà è simile per forma ed aspetto ad Angelys ma nei nostri ambienti non ha mai raggiunto livellli qualitativi e produttivi soddisfacenti.

Nuove cultivar entrate nel progetto non ancora in fruttificazione (breve descrizione fornita dal costitutore)

Nel 2012 vi è stato l’inserimento di Regal Red®Comice*: mutante di Decana del Comizio, caratterizzato da frutti con una tipica colorazione rossa striata, polpa di sapore dolce e aromatico. Nel 2013 sono entrate le varietà Falstaff* e Golden Russet®Bosc*. Falstaff, ottenuta dal CRA-FRF di Forlì, presenta un frutto che ricorda la forma di Abate Fétel, da cui deriva ed è caratterizzata da un bell’aspetto per l’attraente colorazione rossa su colore di fondo giallo, calibro elevato e caratteristiche qualitative decisamente apprezzabili che diventano elevate nel periodo invernale. Golden Russet®Bosc* è stata diffusa negli Stati Uniti d’America nel 1984 da Sumio Fukui. È una mutazione di Kaiser di cui richiama sia le caratteristiche dell’albero che del frutto: forma, aspetto completamente rugginoso, colore della polpa, tessitura e buon sapore.
Il Gruppo di lavoro “Pero” è costituito da 8 Unità di cui 2 operano in aree del Centro-Sud, 2 nelle Isole e 4 nel Nord (Emilia-Romagna e Piemonte).
di V. Ancarani, G. Baruzzi, S. Sirri, M. Castagnoli e W. Faedi
1Dipartimento di Scienze Agrarie – Università di Bologna 2Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura – Unità di Ricerca per la Frutticoltura, Forlì

Allegati

Scarica il file: Pero

Pubblica un commento