Eurotier. Tutte le innovazioni della mega fiera di Hannover

TECNICA

I convegni, le mostre di animali, le premiazioni delle novità tecnologiche


Mattia Fustini, Informatore Zootecnico
IZ_14_21_Eurotier

Si è svolta ad Hannover nel novembre scorso la fiera Eurotier di Hannover, specializzata nella zootecnia; si svolge ogni due anni alternandosi con la fiera Agritechnica, dedicata alla meccanizzazione agricola. Eurotier si può decisamente considerare l’evento mondiale di punta per i professionisti della zootecnia.
Accoglie espositori e visitatori da tutto il mondo, con ampi spazi riservati alle attrezzature e un fitto programma di convegni sia a carattere scientifico sia su temi tecnici ed economici.

I convegni

Eurotier rappresenta anche un momento di confronto tra le varie realtà zootecniche europee, offrendo l’opportunità di paragonare i diversi modelli di allevamento e le diverse prospettive di investimento e di sviluppo. Nell’ambito della fiera, per esempio, si è svolto un incontro denominato “Evento internazionale della zootecnia da latte”, organizzato dall’associazione Edf (European dairy farmers), in cui si è parlato dei costi di produzione del latte in Europa e nel resto del mondo e della competitività dell’allevamento, con un particolare focus sulla zootecnia argentina. È stato sottolineato l’aumento della domanda mondiale di carne e latticini avvenuto negli ultimi anni, una crescita che continuerà progressivamente insieme all’aumento della popolazione mondiale.
In questa edizione di Eurotier però si sono tenuti anche diversi convegni dedicati alla tecnologia. Si è discusso molto della crescente richiesta di informazioni che sono necessarie all’allevatore per la gestione della mandria. L’allevatore deve disporre delle più professionali e moderne conoscenze per poter perseguire l’obiettivo di migliorare costantemente la sua gestione e poter essere sempre più competitivo.
Ad Hannover sono state presentate le più moderne ricerche e tecnologie sulla riproduzione, sull’alimentazione, sulla gestione e sul controllo dei dati, nonché sulla salute e sul benessere degli animali. È emerso come sia necessario sviluppare dei programmi di gestione che integrino l’aspetto dell’allevamento con quello agricolo, in modo da razionalizzare e massimizzare le potenzialità di ogni singola azienda, supportando il controllo delle operazioni con la mappatura di tutti i terreni e l’uso di sistemi gps per seguire le trattrici operanti in campo.
Oltre ai convegni si sono tenute anche diverse mostre di animali. I responsabili della fiera hanno sottolineato come uno degli aspetti fondamentali e condizionanti la redditività degli allevamenti è quello della selezione di bovine altamente produttive ma con elevata resistenza alle malattie e di spiccata longevità. Ad Eurotier centri genetici provenienti da tutto il mondo hanno presentato il frutto della loro selezione, anche attraverso l’esposizione delle figlie dei miglior riproduttori del momento.
Sono stati presentati i nuovi criteri di selezione e le informazioni approfondite che in molti paesi vengono raccolte sui caratteri sanitari degli animali, informazioni che sono utilizzate per il calcolo dell’indice genetico.

Le medaglie d’oro

Ma tra le offerte di Eurotier che suscitano maggiori aspettative tra gli operatori del settore c’è la possibilità di prender visione delle più avanzate soluzioni tecnologiche per l’allevamento, segnalate tramite apposite premiazioni. Una commissione di esperti internazionali si è occupata di valutare 270 innovazioni pervenute all’ente organizzatore di EuroTier, che è la Dlg (Deutsche Landwirtschafts-Gesellschaft / Società tedesca per l’sgricoltura).
Sono state premiate sei innovazioni con la medaglia d’oro: tre in ambito bovino e tre legate al settore suinicolo. Quindici invece sono state premiate con la medaglia d’argento.
“Cows and More” della Landwirtschaftskammer Nordrhein-Westfalen (Bad Sassendorf – Germania). Questa innovazione consiste in un software che fornisce un sistema di analisi sistematico facile da usare che evidenzia i punti deboli nell’allevamento delle bovine da latte. Mediante un tablet è possibile documentare le caratteristiche della stabulazione ed eseguire valutazioni in merito alla pulizia degli animali, alle tecnopatie e alle eventuali lesioni sulla cute, il tutto in modo digitale. Il sistema “cows and more” è fornito di un supporto di immagini e dispone di diverse finestre di immissione dei dati con struttura logica specifica per le diverse valutazioni. La valutazione viene eseguita con la scelta dell’immagine corrispondente alla situazione reale in allevamento e sia la procedura di salvataggio che la valutazione automatizzata avvengono offline. La visualizzazione grafica semplifica l’analisi dei punti deboli offrendo poi interventi di miglioramento sull’analisi dei dati inseriti.
“Pulsatore per mungitrice RotoPuls” Bitec Engineering (Romanshorn – Svizzera). Si tratta di un esclusivo pulsatore per mungitrice brevettato RotoPuls che abbina una particolare attenzione al benessere dell’animale nel corso della mungitura a condizioni ergonomiche di lavoro, garantendo la massima qualità del latte. L’andamento delle pulsazioni è programmabile e le emissioni sonore vengono decisamente ridotte. RotoPuls è composto da tre elementi principali: due servomotori, un gruppo di valvole e un serbatoio tampone. Ciascuno dei servomotori lavora separatamente e ciascuno controlla un cilindro rotante nell’unità valvole. La circonferenza del cilindro rotante produce un movimento controllato dell’aria nella fase di evacuazione e aerazione. In questo modo si impediscono grandi accelerazioni all’inizio della fase A e C, evitando di sollecitare eccessivamente i capezzoli. La lunghezza di ciascuna fase della curva di pulsazione può essere preimpostata con precisione regolando la velocità di rotazione del cilindro rotante. Il serbatoio tampone si posiziona tra la valvola di blocco e la linea dei pulsatori ed ha il compito di assorbire il breve flusso d’aria dal pulsatore e successivamente emetterlo lentamente nel condotto dell’aria. In questo modo è possibile ridurre le oscillazioni del vuoto nel condotto dell’aria.
“Swiftflo Goat Rotary”
Dairymaster (Causeway, Co. Kerry, Irlanda). È una sala di mungitura a giostra per capre da latte, che unisce una mungitura ad alto rendimento con una ergonomia innovativa. La forma della giostra, con la gestione dall’esterno da parte dell’operatore, consente di semplificare decisamente l’accesso degli animali alla sala e le operazioni degli addetti alla mungitura. L’innovativa posizione ribassata dei gruppi di mungitura, collocati alla base della giostra consentono un posizionamento esatto, un lavoro ergonomico e un risparmio di tempo. Impedisce efficacemente la torsione del gruppo di mungitura. Un’ampia apertura aiuta nel posizionamento degli animali e garantisce un’applicazione rapida delle mungitrici. E’ dotata di un sistema di lavaggio automatico delle tettarelle dopo ogni mungitura (disinfezione intermedia) e di un sistema per la disinfezione automatica dei capezzoli che aiutano a ridurre il rischio di nuove infezioni e a preservare la salute generale dell’allevamento.

Le medaglie d’argento

Ed ecco invece le medaglie d’argento. “Valvola FixClip” Albert Kerbl GmbH (Buchbach, Germania). I secchi per l’alimentazione dei vitelli presentano solitamente il problema di avere la valvola, a cui si attacca la tettarella, avvitata in modo tenace al serbatoio e perciò difficile da smontare. Ciò fa sì che spesso le operazioni di pulizia necessarie per le valvole e le tettarelle vengano evitate, con conseguente rischio di avere problemi di igiene. Kerbl, con la valvola FlixClip, propone una soluzione semplice e intelligente. La valvola può essere montata o smontata con poche mosse. In questo modo è possibile pulire rapidamente e facilmente i serbatoi nella routine quotidiana.
“Sistema di gestione e alimentazione per vitelli da latte con raccolta integrata degli indicatori di salute degli animali”
Urban GmbH & Co. KG (Hude, OT Wüsting – Germania). Il nuovo sistema di alimentazione per vitelli da latte presentato dall’azienda Urban permette di inserire i vitelli nel programma gestionale automatizzato già dal primo giorno di vita. I dati relativi ai vitelli, ad esempio gli accessi alla stazione, le modalità di alimentazione (velocità di assunzione ed eventuali interruzioni) e gli spostamenti di stalla vengono registrati e documentati in modo del tutto automatico. I risultati vengono raccolti in un report a scopo statistico per i controlli aziendali e forniscono un quadro generale sulla situazione dell’allevamento.
“Gea Conductive Cooling” e “DairyNet by Gea in 365FarmNet”, Gea Farm Technologies GmbH, (Bönen – Germania).
“Elemento di segnale Control-Vac©” e “™AktivPuls con tecnologia Ssc”
AktivPuls GmbH (Friesenried, Germania). Viene premiato l’importante evoluzione delle guaine di mungitura ™AktivPuls note dal 2006 per la chiusura obliqua integrata e l’ugello di testa per un completo scarico del vuoto nella fase di massaggio. Nella nuova generazione di ™AktivPuls con tecnologia SSC sono state aggiunte tre importanti innovazioni brevettate: 1) la nuova guaina di mungitura Silicon-Pro© in silicone altamente elastico con forma innovativa tale da simulare la suzione naturale del vitello, esercita un massaggio decisamente migliore anche con capezzoli di diversa lunghezza e diametro.
2) l’ugello autopulente Smart-Air© è un ugello d’ingresso aria realizzato in materiale elastico appositamente studiato, con proprietà autopulenti. Grazie al suo corpo facilmente malleabile e al nuovo posizionamento sulla testa della guaina di mungitura, viene assicurato un funzionamento affidabile per un ottimale livello di vuoto nella testa.
3) L’innovativo strumento di segnalazione Control-Vac© (sempre nella testa della guaina di mungitura) è una membrana elastica che segnala al personale addetto alla mungitura la presenza di un’anomalia del vuoto alla base del capezzolo (un soffio o un cambio di forma della testa della guaina), permettendo la verifica delle condizioni di mungitura in tempo reale su ogni tettarella. ™AktivPuls con tecnologia Ssc apporta una serie di vantaggi controllando in linea la correttezza della mungitura ed evitando eccessive sollecitazioni alla mammella; è garantito per una lunga durata di utilizzo e ha ampie possibilità di impiego.

“InService™ Remote”
DeLaval International ab (Tumba, Svezia). Il Remote Monitoring System dell’azienda DeLaval si contraddistingue perché offre un servizio online, che può sia gestire le impostazioni sull’impianto di mungitura, sia mostrare i dati misurati direttamente dall’impianto stesso. Questo collegamento permette di monitorare in modo continuo, rapido e sicuro l’impianto di mungitura (ad esempio il vuoto e le pulsazioni), rilevando immediatamente gli eventuali guasti. Inoltre, è possibile salvare tutte queste informazioni in iCloud, in modo da condividerle con l’assistenza per programmare in modo tempestivo le manutenzioni, assicurare le massime prestazioni e creare dei report storici sul funzionamento delle attrezzature.
“Pellon
Manure Master” Pellon Group Oy (Ylihärmä, Finlandia). Pellon propone un sistema di raschiatori per la pulizia del letame che per la prima volta presenta settaggi a zone con sensibilità diverse nelle diverse aree della stalla. Tramite la misurazione della forza di trazione sul motore, si può attivare un blocco di sicurezza nel caso il nastro incontri un ostacolo. Queste impostazioni possono essere scelte in modo personalizzato, regolando diverse soglie di blocco in funzione delle zone dove sono alloggiati i vitelli o gli animali adulti. È possibile interfacciare la comunicazione con altri strumenti, quali robot di foraggiamento, carri unifeed, ecc. indipendentemente dalla marca. Il sistema di gestione ha un’autodiagnosi completa: monitorizza, verifica e si regola automaticamente, comunicando via sms eventuali anomalie, ed è possibile programmare il sistema di pulizia attraverso computer portatile. I raschiatori vengono azionati da un motore da appena 250 W in trazione diretta fino ad una lunghezza di 120 m. Con questo sistema di raschiatori è possibile prevenire efficacemente lesioni a persone e animali.
“Tetto Rops-Fops ad abbassamento idraulico (tetto di sicurezza per conducente)” Thaler GmbH & Co. kg (Polling, Germania) “epsPlus (Easy Protection System Plus)” Weidemann GmbH (Diemelsee-Flechtdorf, Germania) Grazie al tetto ad abbassamento idraulico, la sicurezza del conducente durante il lavoro è mantenuta e non è più necessario smontare la protezione completamente, come avveniva spesso nella pratica quando occorreva attraversare zone con punti ribassati. L’abbassamento si effettua con il mezzo fermo utilizzando un comando di sicurezza attivato con due mani. Dopo aver superato il punto ribassato, si può tornare agevolmente nella posizione originaria.

Allegati

Scarica il file: Eurotier. Tutte le innovazioni della mega fiera di Hannover

Pubblica un commento