Una rotazione ampia e minima lavorazione su trenta ettari

TESTIMONIAL

Non occorrono aziende grandi per effettuare più colture che è una strada vincente dal punto di vista agronomico ed economico.


Roberto Bartolini
soffiati_enrico_nova

Enrico Soffiati ha un’azienda agricola di circa trenta
ettari a Cerea (VR). Lo consideriamo un innovatore per diversi motivi.

Innanzitutto, pur su una superficie non molto estesa, perché
opera una rotazione ampia, seminando grano tenero, colza, riso, sorgo e soia.
Sappiamo bene tutti i vantaggi economici ed agronomici che porta una rotazione
sufficientemente ampia, senza considerare poi che l’avvicendamento è uno dei
protagonisti del primo pilastro della Pac 2015 all’interno del cosiddetto
“greening” o premio ecologico.

Secondo: da tre anni ha abbandonato l’aratura per applicare
le tecniche di minima lavorazione utilizzando una seminatrice combinata come la
Lemken che opera direttamente sugli stocchi.

La Lemken per la semina diretta del frumento su residui colturali

La macchina è dotata di due file di dischi inclinati seguiti
da un rullo che pareggia il terreno e termina con una seminatrice a dischi
dotata di ruotino in gomma che serve a far aderire bene il terreno al seme e a
chiudere il solco.

Particolare della successione degli organi
di lavoro

Il terreno prima della semina


Il frumento in emergenza

Per le colture come il riso e le primaverili-estive Soffiati
utilizza una macchina per la minima lavorazione di Spedo che alterna i dischi
ad una serie di denti ricurvi.

L’attrezzo Spedo per la minima lavorazione

Grazie alle tecniche di lavoro superficiali Soffiati ottiene
un risparmio sui costi di lavorazione di almeno il 50% rispetto all’aratura ed
aumenta anche la salute e la fertilità del suo terreno. “ Sono tornati i
lombrichi, afferma con orgoglio, aumenta gradatamente il tasso di sostanza
organica e il terreno ha una maggiore portanza” E questo è il terzo motivo per
essere definito un innovatore. Senza dimenticare che le produzioni sono di
tutto rispetto: 85-90 ql/ha per il frumento e non meno di 40 ql/ha per la soia
che è la coltura attualmente di maggiore redditività. Ultima annotazione: Soffiati
utilizza solo concimi di origine organica frazionando le somministrazioni i tre
tempi.

 

Pubblica un commento