Agrofarma: Progetto “Coltiva il tuo futuro”

PARTNER

Un’iniziativa promossa da Agrofarma – Associazione nazionale imprese agrofarmaci che fa parte di Federchimica, Confagricoltura e 3M per promuovere la formazione degli operatori agricoli sul corretto utilizzo dei dispositivi di protezindividuale e sull’uso sostenibile degli agrofarmaci.


agrofarma_coltiviamo_futuro

Il
progetto “Coltiva il tuo futuro” nasce con l’obiettivo di promuovere,
attraverso opportuni corsi di formazione, la conoscenza delle corrette pratiche
relative all’utilizzo degli agrofarmaci e dei dispositivi di protezione
individuale. Un impiego appropriato di questi
fondamentali supporti tecnici rappresenta un elemento indispensabile per
garantire la sicurezza per l’operatore agricolo.

L’iniziativa si inserisce nelle attività che le tre
Organizzazioni stanno portando avanti per supportare il settore agricolo
nell’attuazione della strategia sull’uso sostenibile prevista dalla direttiva
2009/128/CE nonché per fornire risposte puntuali alle novità introdotte dal
D.lgs. 81/08 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di
lavoro. In relazione a quest’ultimo aspetto occorre sottolineare che l’obbligo
di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale riguarda per la prima
volta anche i lavoratori autonomi, i componenti dell’impresa familiare di cui
all’articolo 230-bis del codice civile, i coltivatori diretti del fondo.

Il
progetto, grazie alla collaborazione tra Confagricoltura, Agrofarma e 3M,
prevede la realizzazione di corsi di formazione a due diversi livelli: il primo
si pone un obiettivo molto importante, quello di formare i formatori degli operatori agricoli sull’uso dei dispositivi di
protezione individuale necessari a garantire un adeguato livello di sicurezza e
un uso sostenibile degli agrofarmaci; questi formatori saranno poi i portavoce
presso gli agricoltori dei messaggi informativi e formativi ed è quindi
fondamentale che acquisiscano una valida preparazione.

Nella
prima fase si è provveduto ad un’azione
di “formazione dei formatori” preparando adeguatamente alcune decine di tecnici
di Confagricoltura provenienti da tutte le Regioni d’Italia ai quali è stata consegnata
tutta la documentazione utile per lo svolgimento delle successive attività del
progetto sul territorio, tra cui il manuale “Coltiva il tuo futuro” ed i kit
della 3M contenenti i principali dispositivi di prevenzione individuale per
l’attività agricola.

Nel
secondo livello, invece, sono stati realizzati corsi che hanno coinvolto
direttamente gli operatori agricoli e che hanno affrontato tutte le tematiche
relative all’utilizzo degli agrofarmaci e dei dispositivi di protezione
individuale.

Il Progetto “Coltiva il tuo futuro”

  • Gli agrofarmaci,
    prima di poter essere immessi sul mercato, vengono sottoposti ad una lunga fase
    di sperimentazione e sviluppo e devono superare un processo di autorizzazione
    che inizia a livello UE per completarsi in ogni Stato Membro
  • Una parte
    importante degli studi è correlata alla sicurezza degli utilizzatori
  • Nonostante la
    sensibilità dell’Imprenditore agricolo nei confronti della propria sicurezza
    sia in continuo aumento, le pratiche quotidiane spesso non riflettono tale
    sensibilità
  • Agrofarma, in
    collaborazione con ECPA (European Crop Protection Association), sta lavorando ad un progetto che vuole
    influenzare il modo di operare degli utilizzatori professionali diffondendo
    l’impiego corretto dei Dispositivi di Protezione Individuale (DPI)
  • Il progetto
    “Coltiva il tuo futuro” declinazione italiana del progetto “Uso Sicuro”
    lanciato da ECPA è già stato implementato in alcuni Paesi Europei come la
    Spagna, il Portogallo e la Grecia dove, le temperature elevate e il tipo di
    coltivazione partano ad una maggiore difficoltà nell’impiego dei DPI

Progetto “Coltiva il tuo futuro” : L’indagine
Quali-Quantitativa

 

  • In
    previsione della realizzazione del progetto “Coltiva il tuo futuro” è stata
    condotta un’indagine conoscitiva per comprendere le pratiche attuali e le
    attitudini degli operatori agricoli
  • Confermando
    una discordanza tra le conoscenze teoriche degli operatori e i loro
    comportamenti effettivi, l’indagine ha evidenziato come generalmente la
    salvaguardia della salute, pur essendo un valore forte e socialmente accettato
    dagli operatori del settore, passa in secondo piano rispetto ad una “mission”
    maggiormente interiorizzata, legata alle esigenze del presente e relativa a :

 

ASSICURARE LA RESA DEL RACCOLTO

(a tale obiettivo si lega la
preoccupazione per il benessere economico dell’azienda e della famiglia)

ASSICURARE LA SICUREZZA DEL RACCOLTO

(a tale obiettivo si lega la
preoccupazione relativa alla commercializzazione del raccolto)

 

Pubblica un commento